logo

I.C.S. Duca d'Aosta

Baluardo Massimo D'Azeglio, 1 – 28100 Novara (NO)

Sei in > Bisogni educativi speciali e intercultura

PTOF on line 2019-2022

 

 

BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI ED INTERCULTURA

 

– A SCUOLA INSIEME: il progetto di Istituto intende realizzare una rete di collaborazione tra operatori scolastici ed extrascolastici che trovi soluzioni alle problematiche di integrazione degli alunni con bisogni educativi speciali rispondendo alle loro diverse esigenze. E’ rivolto a tutti i soggetti coinvolti nella rete di supporto (alunni, famiglie, insegnanti e specialisti). Ha l’obiettivo di favorire il processo di inclusione scolastica/ sociale degli alunni con bisogni educativi speciali.

Si concretizza in attività realizzate nelle classi di riferimento, come indicato nei Piani didattici individualizzati e/o nelle programmazioni individualizzate. Inoltre vengono attivati progetti di supporto con attività specifiche in piccolo gruppo per alunni con DSA (disturbo specifico dell’apprendimento) e con EES (esigenze educative speciali) svolte dai docenti dell’organico di potenziamento o da volontari (secondo quanto normato dal regolamento per il personale volontario) al fine di favorire il percorso di apprendimento.

Per gli alunni stranieri appena giunti in Italia vengono organizzati percorsi di alfabetizzazione linguistica, utilizzando l’organico del potenziamento o insegnanti in orario aggiuntivo di servizio. Si prevedono anche percorsi interculturali per la conoscenza e l’accoglienza di culture diverse dalla nostra.

Per gli alunni diversamente abili, sono previsti interventi individualizzati, nel rispetto della Legge 104 del 1992, effettuati dagli insegnanti di sostegno, in accordo con il team di classe/sezione/ consigli di classe e gli educatori comunali. Nella scuola dell’infanzia, se necessario, vengono inoltre attivati progetti per garantire ai bambini di 5 anni, in particolari situazioni di difficoltà, la possibilità di posticipare l’ingresso nella scuola primaria. Nella scuola primaria quest’anno in via sperimentale è stato attivato un progetto rivolto all’integrazione degli alunni diversamente abili che si pone l’intento di creare un ponte di comunicazione e relazione attraverso i linguaggi non verbali della danza, della musica e dell’arte.

 

– ISTRUZIONE DOMICILIARE: il progetto è finalizzato a garantire il diritto all’istruzione per alunni affetti da gravi patologie che impediscono loro la frequenza della scuola per un periodo di almeno trenta giorni, anche se non continuativi, durante l’anno scolastico. Si concretizza nella possibilità di seguire lezioni, impartite da docenti dell’Istituto, a casa o presso la struttura ospedaliera di ricovero. Può essere attivato in qualunque momento dell’anno scolastico su richiesta della famiglia e con presentazione di certificazione sanitaria rilasciata dal medico ospedaliero o comunque dai servizi sanitari pubblici. Sulla base della certificazione sanitaria, il consiglio di classe/team dell’alunno elabora un progetto specifico indicandone la durata, il numero dei docenti coinvolti e disponibili, le ore di lezione previste, gli obiettivi didattici e le modalità di verifica e valutazione personalizzati. In linea di massima sono previsti i seguenti monte ore massimi:
– scuola primaria: 4 ore settimanali in presenza
– scuola secondaria di I grado: 5 ore settimanali in presenza
Il Dirigente scolastico richiede la disponibilità dei docenti, in base all’ordine di scuola, dando priorità ai docenti della classe frequentata dall’alunno. I docenti disponibili, se diversi da quelli dell’alunno, stendono il progetto specifico previa consultazione degli insegnanti della classe in cui l’alunno è inserito. La scuola può accantonare specifiche risorse del Programma annuale per supportare le necessità economiche del progetto.