logo

I.C.S. Duca d'Aosta

Baluardo Massimo D'Azeglio, 1 – 28100 Novara (NO)

Sei in > Accesso civico

Art. 5  del Decreto Legislativo 33/2013 come modificato da art. 6 del Decreto Legislativo  97/2016

ACCESSO CIVICO SEMPLICE – art.5 comma 1

Che cos’è: diritto di chiunque di accedere a  dati, documenti, informazioni oggetto di pubblicazione obbligatoria secondo le vigenti disposizioni normative, qualora le pubbliche amministrazioni ne abbiano omesso la pubblicazione.

Richiesta di accessoè gratuita, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto per la riproduzione su supporti materiali, non deve essere motivata, deve identificare con chiarezza i dati, i documenti o le informazioni che, per mancata osservanza degli obblighi di legge, non sono stati pubblicati.

Va presentata esclusivamente al Dirigente Scolastico tramite:

  • posta ordinaria indirizzata a: Dirigente Scolastico – Istituto Comprensivo Duca d’Aosta – Baluardo Massimo D’Azeglio, 1 – 28100 Novara
  • posta elettronica ordinaria (PEO) all’indirizzo  NOIC826004@istruzione.it ;
  • posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzoNOIC826004@pec.istruzione.it da utilizzare solo se in possesso di posta elettronica certificata

utilizzando il modulo predisposto disponibile a fondo pagina

Procedimento e conclusioniIl Dirigente scolastico, ricevuta la richiesta e verificatane la fondatezza,  entro 30 giorni  trasmette quanto richiesto al richiedente, curando contestualmente la pubblicazione, o comunica al richiedente l’avvenuta pubblicazione indicando il link.

Riesame: nei casi di diniego totale o parziale di accesso o di mancata risposta entro il termine di 30 giorni, il richiedente può presentare richiesta di riesame al Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, in qualità di Responsabile della prevenzione della corruzione e per la trasparenza per le Istituzioni Scolastiche statali del Piemonte, tramite:

  • posta ordinaria indirizzata a: Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, in qualità di Responsabile della prevenzione della corruzione e per la trasparenza per le Istituzioni Scolastiche statali del Piemonte – Corso Vittorio Emanuele II, 70, 10121 – Torino;
  • posta elettronica ordinaria (PEO) all’indirizzoaccessocivicoscuole@istruzionepiemonte.it;
  • posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo drpi@postacert.istruzione.it; da utilizzare solo se in possesso di posta elettronica certificata

Il Direttore conclude il riesame entro 15 giorni dal ricevimento della richiesta.

Tutela: la tutela dell’accesso civico è disciplinata dal Decreto Legislativo 104/2010.


ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO – 
art.5 comma 2

Che cos’è: allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche e con l’obiettivo di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico, chiunque ha diritto di accedere a dati, documenti, informazioni ulteriori a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi pubblici e privati giuridicamente tutelati, secondo quanto previsto dall’art. 5 bis del Decreto Legislativo 33/2013 come modificato dall’art. 6 del Decreto legislativo 97/2016.

Richiesta di accessoè gratuita, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto per la riproduzione su supporti materiali, non deve essere motivata , deve identificare con chiarezza i dati, i documenti o le informazioni di interesse per i quali si fa richiesta; non sono ammesse richieste generiche. L’Istituzione scolastica non è tenuta a produrre dati, documenti o informazioni che non siano già in suo possesso al momento dell’istanza.

Va presentata esclusivamente al Dirigente Scolastico tramite:

  • posta ordinaria indirizzata a: Dirigente Scolastico – Istituto Comprensivo Duca d’Aosta – Baluardo Massimo D’Azeglio, 1 – 28100 Novara
  • posta elettronica ordinaria (PEO) all’indirizzo  NOIC826004@istruzione.it ;
  • posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzoNOIC826004@pec.istruzione.it da utilizzare solo se in possesso di posta elettronica certificata

utilizzando il modulo predisposto disponibile a fondo pagina

Procedimento e conclusioniIl Dirigente scolastico, ricevuta la richiesta, provvede a istruire l’istanza secondo i commi 5 e 6 dell’art. 5 del Decreto Legislativo 33/2013, individuando preliminarmente eventuali controinterressati cui trasmettere copia dell’istanza di accesso. 

Il controinteressato può formulare la propria motivata opposizione entro 10 giornidalla ricezione della comunicazione, durante i quali il termine per la conclusione resta sospeso. Decorso tale tempo il Dirigente scolastico provvede sull’istanza entro entro 30 giorni.  Nel caso ci sia stata opposizione da parte del controinteressato, e il Dirigente decida di accogliere comunque li’stanza, vi è l’obbligo di dare comunicazione di accoglimento al controinteressato.

Il tal caso la trasmissione della documentazione al richiedente sarà fatta non prima di 15 giorni dalla ricezione di tale ultima comunicazione da parte del controinteressato.

Riesame: nei casi di diniego totale o parziale di accesso o di mancata risposta entro il termine di 30 giorni ( o in quello più lungo nei casi di sospensione per la comunicazione al contro interessato), il richiedente può presentare richiesta di riesame al Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, in qualità di Responsabile della prevenzione della corruzione e per la trasparenza per le Istituzioni Scolastiche statali del Piemonte, tramite:

  • posta ordinaria indirizzata a: Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, in qualità di Responsabile della prevenzione della corruzione e per la trasparenza per le Istituzioni Scolastiche statali del Piemonte – Corso Vittorio Emanuele II, 70, 10121 – Torino;
  • posta elettronica ordinaria (PEO) all’indirizzoaccessocivicoscuole@istruzionepiemonte.it;
  • posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo drpi@postacert.istruzione.it; da utilizzare solo se in possesso di posta elettronica certificata

Il Direttore decide con provvedimento motivato entro 20 giorni.

Tutela: la tutela dell’accesso civico è disciplinata dal Decreto Legislativo 104/2010.